Cambio di rotta… ma non di intenti!

Le vacanze sono finite e, come promesso, il mio sito si è rifatto il trucco. E’ un po’ dimagrito nei contenuti perché intendo accentrarlo maggiormente sul mio lavoro di autore, piuttosto che su quello degli altri. Le collaborazioni saranno ancora bene accette ma voglio premere un po’ sull’acceleratore in modo da arrivare alla pubblicazione del mio terzo romanzo in un tempo decente.
Anche la scelta di mettere la tigre più in evidenza è ponderata in tal senso. E’ da sempre l’animale che maggiormente mi assomiglia, il mio totem, soprattutto per il suo carattere. Un fiero animale che sa essere calmo e imperturbabile per lungo tempo e concentrare in un attimo tutta la sua forza ed esplosività.
La novità più interessante della nuova veste del sito è però la pagina Professione scrittore, in cui, attraverso una sintesi della mia esperienza di autore, cerco di spiegare la figura dello scrittore indipendente. In essa fornisco anche alcuni consigli dedicati a chi vuole tentare questa strada, per evitare di cadere in qualcuna delle tante trappole sulla via del successo. Non mi considero un guru in materia, ma posso affermare con soddisfazione che qualche buon risultato lo sto ottenendo e lo scambio di esperienze è fondamentale per chi scrive e si pubblica autonomamente.
Durante le vacanze estive mi hanno rivolto una singolare obiezione sulla praticità degli ebook, ovvero che sono scomodi da leggere sul telefonino e che i cellulari di ultima generazione conquisteranno il mondo! Non sono mai stato d’accordo su questo punto. E vero che oggi i telefoni cellulari fanno quasi tutto fuorché renderti più facile telefonare, ma credo che l’editoria elettronica si svilupperà sulle proprie gambe, principalmente attraverso i tablet da 7” e gli ebook reader (Kindle e Kobo su tutti). Questo sta già accadendo ma non c’è ancora quell’identificazione netta tra ebook e dispositivo di lettura che ne consacrerebbe il successo. Questo freno a mio parere dipende dagli standard di diffusione. Ad oggi, per quanto qualcuno possa storcere il naso, l’unico formato veramente versatile ed universale è il PDF. Un formato più moderno, versatile, di facile compilazione gioverebbe moltissimo alla diffusione del libro elettronico, e anche ai produttori di lettori, che potrebbero puntare in modo più deciso sull’evoluzione degli hardware, per migliorare comodità, autonomia e qualità di lettura.

Il mio prossimo post sarà dedicato ad un personaggio che ha cambiato il mondo, letteralmente. Steve Jobs ha rivoluzionato l’elettronica di consumo, ma ha lasciato anche alcuni dei più grandi insegnamenti che ogni persona desiderosa di successo dovrebbe seguire.

A presto, amici!

Advertisements
Categorie: News | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: